ENOTECA REGIONALE "COLLINE DEL MOSCATO"

Un vino testimone del proprio territorio

L'uva Moscato

Il Moscato - nome che deriva dal latino «muscatus», cioè «che ha odore di muschio» - è uno dei vitigni più importanti della storia enologica piemontese. Come vitigno e come vino, con il trascorrere dei secoli, ha condiviso l'evoluzione della vita sociale, politica, economica della regione subalpina. La sua origine è antichissima e si perde nella storia stessa della vinificazione: i Romani chiamavano il vitigno uva apiana, perché attirava le api con la sua dolcezza, mentre nel Medioevo, periodo di grandissima diffusione di questo vitigno, i primi documenti che ne attestano la presenza in Piemonte risalgono al Trecento.

È da allora che il termine «Moscato» passò ad indicare un numero di varietà più ampio, tanto che gli studiosi di ampelografia hanno compiuto sforzi non indifferenti per riuscire a mettere ordine in questa famiglia enoica. Al termine di complesse ricerche genetiche, sono stati individuati tre gruppi principali: il Moscato giallo o fior d’arancio (chiamato anche «Sirio» per le sue origini mediorientali), il Moscato d’Alessandria o Zibibbo (giunto in Europa dall’Egitto) e infine il Moscato bianco anche detto di Canelli, i cui progenitori sono originari della Grecia.

Proprio il Moscato bianco divenne l’indiscusso protagonista delle colline a cavallo tra le Langhe e l’Alto Monferrato diventando, di generazione in generazione, il vitigno caratteristico del luogo. Oggi, le colline dell’Enoteca Regionale del Moscato ospitano un quarto della superficie mondiale coltivata con questa varietà, dalla cui vinificazione nascono i re indiscussi dei vini dolci: il Moscato d’Asti Docg e l’Asti Docg.

In primo piano

ENOTECA

Enoteca Regionale del Moscato

L'Enoteca Regionale di Mango è davvero lo scrigno dell’oro delle Langhe, il Moscato. Sita in uno dei manieri più imponenti della zona, il secentesco Castello dei Marchesi di Busca, nel cuore del borgo medioevale, svetta sulle colline...

CONTINUA A LEGGERE
IL TERRITORIO

Mango e le Langhe

Colline a perdita d’occhio, creste dalla vertiginosa ascensione verticale, rittani bui e freddi anche d’estate, la bellezza struggente delle vigne che, osservate dall’alto dell’Enoteca, danno l’impressione di stendersi come un mare di filari ...

CONTINUA A LEGGERE

Apertura giorni festivi

Ponte 25 aprile e 1 primo maggio

L'enoteca regionale colline del Moscato sarà aperta il 25 aprile e il 1 maggio con orario 10:00/20:00 degustazioni e possibilità di visita al castello

CONTINUA A LEGGERE

Degustazione week end 27/29 aprile

Aziende in degustazione Terrabianca e Beppe Scavino

Ecco l'evento che vi presenta chi sarà di turno tra i vari produttori per presentarvi il castello e prepararvi un aperitivo con la degustazione Degustazione week end 27/29 aprile

CONTINUA A LEGGERE